RaccontaMi, viaggio nella Milano dei quartieri e del non profit

In passato per viaggiare nelle periferie c’era il Tuttocittà, un libro dove ogni via di Milano era segnata precisamente e ogni sua pagina rappresentava un diverso quartiere. Ma esiste un modo per viaggiare nelle periferie attraverso i racconti della città? La risposta l’abbiamo noi presentando il libro di Federica Bosco: RaccontaMi viaggio nella Milano dei quartieri e del non profit tra miti e realtà.

Federica Bosco oltre ad essere una scrittrice e giornalista, è coordinatrice e responsabile del progetto Obbiettivo Milano, un progetto della Consulta degli Ordini Professionali di Milano. La Consulta nasce nel dicembre 2017 con l’accordo di creare insieme delle iniziative per la città; ad oggi aderiscono i seguenti organi: giornalisti, avvocati, commercialisti, psicologici, ingegneri, medici e notai.

Il libro di Bosco è un viaggio di Milano attraverso le associazioni, facendo raccontare direttamente le storie dai protagonisti della città. L’obbiettivo finale di questo progetto è quello di far conoscere agli ordini e amministrazioni le realtà dei quartieri. Riuscire a raccontare quello che succede nel territorio milanese è fondamentale per migliorare il futuro dei cittadini. Per ogni Municipio ci sono circa 15 storie. Iniziamo questo viaggio!

Bocca, la più antica libreria d’Europa punta sulla social TV

Nel Municipio 1 troviamo la libreria Bocca, la più antica d’Europa. Durante il primo lockdown, in cui tutti eravamo isolati, si sono inventati una social.

Sara e i figli dei carcerati, giovani da salvare

Nel Municipio 2, Sara, giovane volontaria di Fondazione Aquilone da anni si occupa dei ragazzi figli di carcerati. Il suo obbiettivo è cercare di trovare un senso nel futuro dei ragazzi e sorpassare i traumi che hanno subito nelle loro famiglie.

Paolo e i 700 volontari di Lilt

Nel Municipio 3 troviamo Paolo, uno dei 700 volontari della Lilt: un insieme di persone che vogliono aiutare chi ne ha bisogno.

Cittadini attivi in viale Ungheria

Dove l’amministrazione fa fatica ad arrivare sono i cittadini milanesi che si attivano. E’ successo questo in viale Ungheria, nel Municipio 4.

I ragazzi dell’Agnesi: «Basta cambiare via»

Nel municipio 5, i ragazzi dell’Istituto Magistrale Statale “Gaetana Agnesi” hanno aderito ad un progetto di Obbiettivo Milano, in cui si sono trasformati per alcuni giorni da reporter. Si è data questa opportunità ai giovani delle superiori perché hanno già la capacità di criticare oppure apprezzare quello che vedono.

La macelleria di Vito, una sfida vinta

Questa è una storia di riscatto nel Municipio 6. Il protagonista, Vito, si è trovato obbligato a dover chiudere la sua azienda. Ma rilevando tutto lo spazio disponibile del mercato, invece di abbattersi, è riuscito addirittura ad ampliare la sua attività. Vito è un esempio di riscatto di piccolo commerciante che è riuscito a rimanere nel suo quartiere e mantenere la sua attività attiva.

Racket delle case, Lucia “Io non ho paura”

Lucia è una donna di 85 anni che vive in via Marionio nel Municipio 7. Lei insieme ad altri cittadini anziani fanno le ronde di notte per cercare di fermare le occupazioni abusive e il racket degli appartamenti.

La rinascita di Davide, più forte di carcere e droga

Davide ha 47 anni, è un uomo che ha subito abusi in adolescenza, è stato in carcere e utilizzava sostanze stupefacenti. Ora è riuscito a trovare un lavoro e una casa. Questa è una storia di rinascita che fa onore ad una piccola associazione ma con un grande cuore. L’associazione di cui parliamo è Ripartiamo.

Villa Marelli dove ospedale e territorio si incontrano

Villa Marelli è un espressione della medicina territoriale che funziona molto bene. Oggi ha un ruolo fondamentale perché è un centro di riferimento importante grazie alla struttura di tisiologia clinica. 

More Episodes

Reviews for RaccontaMi, viaggio nella Milano dei quartieri e del non profit

There are currently no reviews for RaccontaMi, viaggio nella Milano dei quartieri e del non profit
Scroll to top