Municipio X – Francesca Cucchiara, Consigliera Comunale

La politica alla fine prende le decisioni per il nostro futuro

Venerdì scorso in occasione dello sciopero globale per il clima sono tornati in piazza gli attivisti e le attiviste di Fridays for Future. Questa volta non solo per contestare le conseguenze del cambiamento climatico globale, ma anche per la pace, come segno solidale verso l’Ucraina. In migliaia hanno rivendicato l’indipendenza energetica italiana e hanno criticato il governo, sostenendo che sia «colpevole di finanziare la guerra attraverso l’acquisto del gas russo».  Più volte sono stati urlati slogan contro il Comune di Milano e Confindustria, contro il ministro della Transizione Ecologica, Roberto Cingolani e contro il premier Mario Draghi. Francesca Cucchiara, consigliera comunale del partito Europa Verde e lei stessa attivista in tema ambiente e cambiamento climatico, sostiene le manifestazioni e l’attivismo ma con uno sguardo attento alla politica. Infatti, gli stessi movimenti dei Fridays for Future, afferma la consigliera, si rivolgono ai policy maker chiedendo un cambiamento per un futuro più sostenibile. Secondo Cucchiara, le manifestazioni devono continuare a fare pressione da fuori per incentivare la politica a prendere decisioni concrete per contrastare il cambiamento climatico. Queste ultime stanno evolvendo nel tempo, facendosi sempre più sentire e facendo luce anche su altri temi. L’ultima manifestazione nell’ambito dei Fridays for Future in questo senso è stata emblematica: con lo slogan “People not Profit” «si sta guardando a un ecologismo a 360 gradi» che non parla più solamente di ambiente ma anche delle persone e delle problematiche sociali attuali. «Questo ci fa capire come il problema sia sistemico, più ampio e più complesso. Non si tratta solamente di un problema ambientale in senso stretto ma si chiede un radicale cambiamento di sistema».

Milano verso il cambiamento, ma il cambiamento fa paura

Per rendere la città di Milano più sostenibile, tra il piano Aria Clima e altre iniziative, il partito Europa Verde vorrebbe togliere alcune deroghe sulle aree B e C, ma «nel momento in cui si chiede un cambiamento un po’ più radicale ci sono le restrizioni», afferma la consigliera. Secondo Cucchiara si tratta in questo caso anche di un problema culturale di base, in quanto il cambiamento, come dimostra la storia, fa paura alle persone. La macchina è considerata ancora un mezzo privato, una proprietà. Una volta acquistata si ritiene di poterla usare privatamente quando si vuole sostenendo i costi che la stessa richiede. Per la consigliera una macchina però dovrebbe rappresentare un servizio come tutti gli altri mezzi di trasporto che va utilizzato con cautela per l’ambiente. «Il cambiamento non solo è essenziale, ma è necessario»sostiene Cucchiara. Anche se le misure leggermente più restrittive possono creare disagio bisogna «trovare un punto di equilibrio con la consapevolezza che certe cose rappresentano una necessità se vediamo al problema vero».

La rappresentanza politica è fondamentale

Secondo Cucchiara la politica e il “paese reale” spesso sono scollegati. A volte le proteste e le manifestazioni rimangono in piazza mentre la politica guarda altrove, facendo fatica a trovare un punto di incontro. Ma non esiste soltanto la piazza: i cittadini e soprattutto i giovani devono dialogare con la rappresentanza politica, la quale è fondamentale. Parlando dell’attivismo giovanile sempre più diffuso, è interessante notare una certa contrapposizione tra attivismo politico giovanile e partecipazione politica da parte dei giovani. Da un lato i giovani stanno scendendo in piazza per rivendicare temi a loro cari e farsi sentire dalla politica e dall’altro non vanno a votare. L’astensionismo giovanile durante le elezioni politiche, afferma Cucchiara, è in parte dovuto al fatto che si è persa la fiducia nei confronti della politica e poi è dovuto alla mancanza di un collegamento diretto tra istituzioni politiche e cittadinanza, un collegamento di conoscenza reciproca. La rappresentanza politica però va utilizzata: dialogare con i propri rappresentanti politici è essenziale.

More Episodes

Reviews for Municipio X – Francesca Cucchiara, Consigliera Comunale

There are currently no reviews for Municipio X – Francesca Cucchiara, Consigliera Comunale
Scroll to top