Miei carissimi… Progetti di partecipazione

Miei Carissimi Milanesi,

è una settimana dedicata all’innovazione nel campo della partecipazione attiva, quella che vi presentiamo in questa rubrica; ebbene sì, dopo aver visto l’uso innovativo della mediazione adottato dall’Assessora Romani lunedì, quest’oggi parliamo di nuovi metodi per ampliare ulteriormente la partecipazione della cittadinanza al bilancio partecipativo. Lo facciamo con Giorgio Pittella, vicepresidente di BiPart Onlus, associazione che, mediante la relativa piattaforma web, promuove e realizza processi e bilanci partecipativi.

Per chi non lo sapesse, il bilancio partecipativo – come spiega Fabio Ranfi – è un’iniziativa promossa annualmente dal Comune di Milano, che dedica parte del bilancio a progetti proposti e votati dai residenti della città. I progetti vincitori del bando che raggiungono una certa soglia di fondi raccolti mediante il crowdfunding hanno poi diritto al matchfunding, ovvero delle risorse addizionali messe a disposizione dal Comune.

In studio quest’oggi viene presentato Riselda, un progetto innovativo di impresa sociale, nato e testato nel carcere di Bollate, che utilizza i fondi del bilancio partecipativo in modo rivoluzionario, ovvero promuovendo la difesa dell’ambiente. Un progetto di questo tipo coinvolge cittadini, attività commerciali e istituzioni, e in particolare Riselda lo fa mediante un sistema innovativo di misurazione della produzione di RSU, i rifiuti solidi urbani. Questo avviene mediante cassonetti intelligenti installati all’interno di condomini – i prototipi, se così vogliamo definirli, si trovano nel condominio di via Solari 40 -, mediante i quali i condomini possono pesare, tracciare ed etichettare i propri rifiuti. Per i nuclei familiari più virtuosi nella gestione dei rifiuti, è prevista l’emissione di punti che possono essere riscattati presso gli esercizi commerciali aderenti all’iniziativa della zona.

L’entusiasmo che ha accolto Riselda ha portato a un suo spin-off: Riseldapartecipa, un call to action aperto a tutti i cittadini al fine di raccogliere proposte per la destinazione dei fondi del prossimo bilancio partecipativo. La caratteristica che lega le due iniziative è la tutela dell’ambiente: i progetti, da presentare e votare sulla piattaforma BiPart entro il 31 agosto, devono infatti appartenere a cinque cluster, delle macrocategorie attinenti all’ambiente: qualità dell’aria, verde pubblico, sostenibilità e agricoltura. Attualmente il bilancio partecipativo impone dei vincoli territoriali alla destinazione dei fondi; nel caso di Riseldapartecipa, questi vincoli comprendono Lorenteggio e Giambellino, nel Municipio 6, a cui si aggiunge il già citato condominio di via Solari 40.

Il bilancio partecipativo è sicuramente uno strumento prezioso per la promozione della partecipazione attiva dei cittadini sul territorio, non solo perché crea comunità, ma anche perché tutti i cittadini hanno diritto di fare proposte e votare quelle che preferiscono; così facendo, infatti, si può passare dalla destinazione dei fondi a realtà di esigenze e bisogni ad attività proattive, come, per l’appunto, la difesa dell’ambiente.

Miei Carissimi Milanesi, anche per questa settimana è tutto. La rubrica tornerà lunedì, lasciandovi giusto il tempo di meditare sui tanti spunti che vi abbiamo fornito questa settimana relativamente al tema della partecipazione attiva. La nostra programmazione, però, prosegue – vi aspettiamo domani alle 19:30 con una nuova puntata di Municipio X.

More Episodes

Reviews for Miei carissimi… Progetti di partecipazione

There are currently no reviews for Miei carissimi… Progetti di partecipazione
Scroll to top