Mia carissima… Zona 30 – Le ragioni del no

Miei carissimi milanesi, 

Milano rallenta, dal 2024 sarà una città a “zona 30”, ovvero porrà a 30 chilometri orari il limite di velocità per le automobili, per ridurre smog e incidenti. Ne parliamo con Edoardo  Dubini, architetto e uno dei fondatori di MuoverMi per la Grande Milano, associazione che promuove una Milano con più libertà e meno divieti. Il consiglio comunale ha approvato un ordine del giorno, presentato dal consigliere Marco Mazzei, che estende il concetto di zona 30, già in vigore in alcuni punti della città, a tutto il comune. 

Secondo i cittadini contrari si tratta di un’azione illogica e irrealista da parte di un’amministrazione che vuole tagliare le gambe a Milano, città pulsante per l’economia italiana, in cui è impensabile portare l’intera circolazione cittadina a 30 km/h. Quanto ci metteranno i mezzi commerciali ad attraversarla? E quanto costerà in più alle aziende? Per non parlare dei costi maggiorati per i taxi, oltre che dei tempi dilatati. Probabilmente Mazzei, e l’intero Palazzo Marino, non hanno considerato le conseguenze sul traffico rallentato di una circolazione a 30 km/h anche in periferia.

More Episodes

Scroll to top