Comitati di quartiere in prima linea

Fare da tramite tra l’amministrazione pubblica e il corpo cittadino costituisce, infatti, il loro obiettivo primario. Il Comitato di Quartiere rappresenta un punto di incontro, una realtà che dà modo ai cittadini di capirsi e conoscersi meglio, di conoscere il proprio territorio e le sue istituzioni. I comitati intercettano quali sono i bisogni dei cittadini per riferirli agli enti pubblici nell’impegno di affrontare e risolvere problematiche specifiche che riguardano il quartiere. 

Per conoscere due dei numerosi Comitati di Quartiere della città di Milano ospitiamo nell’ambito del nostro programma Focus Periferie Matteo de Paolis del Comitato di Quartiere Bruzzano e Giada Rinaldi del Comitato di Quartiere Muggiano. La puntata si conclude con Walter Cherubini, presidente Consulta Periferie Milano.

Riunirsi per risolvere

Il Comitato di Quartiere Muggiano nasce nel 2018 come risposta alla necessità di coordinare meglio le attività all’interno del quartiere. « C’era molto da fare », ammette Rinaldi, presidente del Comitato di Quartiere Muggiano. Negli ultimi anni si faceva sempre più presente l’occorrenza di creare un collegamento tra amministrazione pubblica e dunque il Comune di Milano e il proprio Municipio e i cittadini. Inoltre, il Comitato si è posto l’obiettivo di rivalorizzare il territorio del proprio quartiere, inaugurando per esempio una piazza in ricordo delle vittime della mafia. Oggi il Comitato di Quartiere Muggiano  conta circa 100 soci. « Dare una voce al quartiere rispetto alle problematiche che si possono creare sul territorio » costituisce per Rinaldi il valore più importante. 

Il Comitato di Quartiere Bruzzano, invece, nasce ancora più recentemente, di preciso verso la metà del mese di gennaio 2022. La mancata presenza delle istituzioni e la necessità di riunire i cittadini per risolvere problematiche sul territorio rappresentano anche per i cittadini di Bruzzano le motivazioni principali per la costituzione del Comitato. In un’assemblea insieme all’assessorato del Municipio 9, il nuovo Comitato di Quartiere Bruzzano ha avuto la possibilità di fare presente alcune criticità presenti sul territorio. L’amministrazione pubblica ha dunque avuto modo di prenderne nota per cercare di risolvere le stesse nel prossimo futuro.

Non ci sono più medici di base

Da parecchio tempo i quartieri milanesi lamentano la mancanza di medici di base sul territorio. In particolare nel quartiere Muggiano, il pensionamento di due medici di famiglia mai rimpiazzati ha fatto emergere una situazione impensabile: molti residenti devono prendere i mezzi pubblici e percorre fino a 10 chilometri per andare dal proprio medico di base. Senza pensare a pazienti con mobilità ridotta, secondo Rinaldi, dovrebbe essere inaccettabile dover percorrere tutti questi chilometri per ricevere cure mediche. Solo a marzo di quest’anno l’ATS di Milano ha pubblicato un bando per l’assunzione di nuovi medici di base. Grazie all’assessore del Municipio 7, Manuel Sciurba, in accordo con l’ATS è stato possibile richiedere l’invio di uno dei nuovi medici assunti al quartiere di Muggiano. Il presidente del Comitato di Quartiere Bruzzano, Matteo de Paolis, è inoltre dell’avviso che la situazione sanitaria in tutta Italia sia particolarmente in difficoltà per colpa dell’invecchiamento della popolazione. Le istituzioni sanitarie e le procedure burocratiche a esse connesse faticano a stare al passo con i tempi. Secondo de Paolis resta solo di aspettare cosa succederà in futuro anche in seguito alla riforma della sanità di Regione Lombradia.

More Episodes

Reviews for Comitati di quartiere in prima linea

There are currently no reviews for Comitati di quartiere in prima linea
Scroll to top