Focus Periferie – Speciale Trenno

L’Antico Comune di Trenno, geograficamente collocato nella periferia ovest di Milano, si distingue dal resto della città per aver conservato nel tempo il suo carattere tipicamente rurale, ben racchiuso all’interno di confini delimitati a sud da Parco di Trenno, a est da via Mafalda di Savia e da Parco Pertini e a nord-ovest da numerosi campi.

Durante il periodo ottocentesco l’Antico Comune comprende altre tre zone oltre a quella attuale: Quarto Cagnino, Quinto Romano e Figino, poi nei primi anni del Novecento diventa capo della Pieve di Trenno, estendendosi da Arese a Lorenteggio, e infine viene inglobato nella città di Milano il 14 dicembre del 1923.

Sin dai tempi Trenno è una realtà prevalentemente agricola, con l’unica differenza che oggi il quartiere ospita una zona residenziale più ampia rispetto all’epoca, pur mantenendo un’area verde grazie a Parco di Trenno e a cascine che sono ancora in attività, come cascina Campi, cascina Fammetta, cascina Bellaria e cascina Melghera.
Il Parco di Trenno nasce dagli anni Settanta dall’espropriazione di terreni coltivati, che oggi convergono tutti in un’unica grande area verde utilizzata dai cittadini per passeggiate, attività fisica, giochi e soprattutto come luogo di incontro.

Trenno, seppur sia un piccolo borgo, non ha mai sofferto la mancanza di un luogo di aggregazione per chi lo abita, infatti in passato era proprio la chiesa seicentesca, che tutt’ora sorge accanto all’asilo infantile Clotilde Ratti Welcher, a svolgere questo ruolo fondamentale insieme all’oratorio, sede di un salone di cinema e teatro con circa duecento posti dove si facevano recite e proiezioni.
Il centro del quartiere è da sempre Piazza Scolari, che nel corso degli anni vive una serie di trasformazioni e ammodernamenti mantenendo però la sua principale funzione di luogo per le attività commerciali e di incontro per i trennesi, sempre pronti a scambiare qualche parola.

Una realtà unita al resto della città da una sola linea Atm e da sole tre strade: via Cascina Bellaria, via Lampugnano e via Balla e distante dal centro di Milano sia dal punto di vista geografico che paesaggistico, perché Trenno è come un bosco nella città, è come un ponte che collega modernità e storia combinando in maniera perfetta strutture residenziali più o meno moderne e ampi spazi verdi, unici e molto amati da chi li vive ogni giorno.


More Episodes

Reviews for Focus Periferie – Speciale Trenno

There are currently no reviews for Focus Periferie – Speciale Trenno
Scroll to top