Festivalmar: il festival che celebra il mare in città

In occasione della Giornata Mondiale degli Oceani a Milano si è tenuto il FestivalMar: l’8, 9 e 10 giugno presso l’Ex Fornace Gola sul Naviglio Pavese. Si tratta del festival che vuole portare consapevolezza sul rispetto dei mari anche in città, perché l’inquinamento si combatte partendo proprio dalle aree densamente urbanizzate come Milano. Ideatrice dell’evento è WorldRise, onlus che sviluppa progetti di valorizzazione e conservazione dell’ambiente marino, basandosi sulla sensibilizzazione, la creatività e l’educazione. Una bellissima occasione, dunque, che ha celebrato il mare nella nostra città, attraverso numerosi eventi: da laboratori per bambini a workshop per adulti fino a talk con aziende impegnate a collaborare per la tutela dell’ambiente.

Noi di Milano AllNews abbiamo partecipato, ecco alcune delle storie che vi abbiamo raccontato.

Franco Pistono si occupa di educazione alla sostenibilità con un linguaggio inedito: la musica. Il suo laboratorio Musica secondo natura consiste nello strutturare un dialogo con i bambini, attraverso il supporto di video che permetteranno di scoprire collegamenti tra la musica e la natura. Franco ha presentato al laboratorio una canzone: «Tutta la natura ci può parlare, bisogna solo saperla ascoltare» ci spiega. La canzone sottolinea il fatto che un Albero in grammatica è un «Nome comune di cosa», partendo da questa definizione e attraverso le parole, Franco sviluppa insieme ai bambini un nuovo pensiero che parla di sostenibilità. Un percorso adatto a tutte le età, perché per conoscere la natura che ci circonda non è mai troppo tardi.
Veronica Zuccolin di Connectionethica ha organizzato il workshop per adulti Parole narranti: il mare per raccontare il mare partendo dalle sensazioni vissute e dal desiderio delle persone di migliorarlo. Ogni partecipante al workshop ha disegnato su un foglio bianco le suggestioni nate dalla narrazione del mare. Connectionethica vuole raccontare le possibili soluzioni per un miglioramento ambientale.
Durante il FestivalMar si è svolto un Big SEAty Clean Up in zona Navigli, un centinaio di persone, associazioni e realtà del territorio hanno unito le loro forze con un unico obbiettivo: pulire la città. Si sono raccolti soprattutto mozziconi e vetri.
NABA e Sovrappensierodesign hanno organizzato una mostra itinerante di opere d’arte basate sulla biodiversità che rappresentano l’ecosostenibilità e il preservare il valore marino. Marco Zanini, studente del secondo anno di Product Design alla NABA ci ha mostrato i diversi progetti. Filter Project è uno di questi: un filtro per risolvere il problema della presenza, sempre in aumento, di frammenti di plastica in mare; il filtro si può collegare alle imbarcazioni di canottaggio e riesce a filtrare la plastica galleggiante in acqua. Urban filter, un altro progetto dei ragazzi della NABA, è una rete capace di ridurre la corsa verso l’oceano dei rifiuti.
Laura Zunica è cofondatrice di Terralab Onlus: un’organizzazione no profit che promuova la tutela ambientale e stili di vita sostenibili. Laura ha organizzato un Workshop di riciclo creativo che vuole accompagnare i partecipanti alla scoperta dell’economia circolare come strumento per proteggere il pianeta. Nello specifico si faranno attività per restituire vita agli oggetti che verrebbero buttati. L’obbiettivo è sensibilizzare le persone all’ economia circolare in qualità di consumatori e in un’ottica di salvaguardia del nostro pianeta. Il prossimo evento di Terralab sarà uno Swap Party il 25 giugno al 21WOL, in cui si scambieranno gratuitamente vestiti e beni che sarebbero stati buttati.  

More Episodes

Reviews for Festivalmar: il festival che celebra il mare in città

There are currently no reviews for Festivalmar: il festival che celebra il mare in città
Scroll to top