Cerca
13 Luglio 2020
Gallera o Resta, candidati per il centrodestra

Gallera o Resta, candidati per il centrodestra

Se si fosse votato l ‘ anno scorso, nel 2019, a Milano non ci sarebbe stata corsa, Sala avrebbe vinto a mani basse. Ma lo tsunami corona virus ha ribaltato tutti gli equilibri. Più per i numerosi errori commessi da Sala che per le effettive capacità del centrdestra.

Fra un anno ci saranno le elezioni e quindi la ricerca di un candidato valido è iniziata. Forza Italia era il partito egemone e faceva il nome. Dopo la negativa avventura leghista del 93, con Formentini di cui non si ha più memoria, la scelta di Albertini con due mandati e poi della Moratti era stata azzeccata. Poi due sconfitte sonore del centrodestra contro Pisapia e nel 2016 con Sala avendo messo in lista Parisi negli ultimi giorni e avendolo poco sostegno al ballottaggio. Ora però è la Lega ad essere molto più forte di Forza Italia e chiamata a scegliere il nome.
Ma la Lega sa benissimo che un candidato di pura estrazione leghista perderebbe i voti di un elettorato moderato molto presente a Milano e andrebbe incontro ad una sconfitta certa. Da qui la ricerca di un candidato civico non etichettato dai partiti . La scelta era caduta sul rettore del Politecnico , Resta.

Erano stati fatti molti passi in questa direzione, ma poi è arrivata l ‘ emergenza sanitaria. Proprio da questa emergenza è uscito il nome di Gallera, ovvero dell’ assessore che sta ben gestendo il dramma corona virus. Ora la nebbia è fitta, i cittadini sono chiusi in casa e hanno ben poca voglia di pensare alle logiche di palazzo. Se ne riparlerà dopo l’ estate. Forse, si spera, se Milano avrà incominciato a rialzarsi.

Condividi
Roberto Caputo
Scritto da
Roberto Caputo

Archivi