Cerca
25 Gennaio 2022
La WebTV di Milano. Un nuovo modo di fare giornalismo. Le notizie utili, pensate e create insieme a voi.
Miei Carissime Case della Comunità

Miei Carissime Case della Comunità

Miei Carissimi Milanesi, 
Oggi torniamo a parlare di salute. Dopo aver fatto il punto sulla carenza di medici di base a Milano parliamo delle Case della Comunità. 
La nostra ospite di oggi è una dottoressa, in particolare una cardiologa, Marcella Longo. 

La dottoressa Longo, dopo un’esperienza di vent’anni di lavoro in ospedale – prima a Torino e in seguito a Milano – è passata a lavorare sul territorio, avvicinandosi così al tema delle case della comunità; ma non si è fermata qui, perché si è anche dedicata alla politica candidandosi alle scorso elezioni amministrative con la lista Milano in Salute. 

“Mi sono candidata con Milano in Salute perché è una lista che ha messo al centro il discorso della medicina territoriale; questo è stato il valore aggiunto della lista: siamo dei tecnici accomunati dall’interesse per la salute, in particolare pubblica, e siamo tutti coinvolti, come operatori, pazienti, associazioni, persone che parlano di salute perché la conoscono” dice la dottoressa. 

L’assessore al Welfare e alla Salute Lamberto Bertolè ha voluto contribuire al nostro intervento inviandoci gentilmente un video in cui ci racconta la sua visione sul progetto delle case della comunità. 

Che cos’è una casa della comunità?
È un luogo fisico di prossimità e di facile individuazione dove la comunità può accedere per poter entrare in contatto con il sistema di assistenza sanitaria e sociosanitaria. 

“Partiamo dal dire cosa non devono essere le case della comunità: questi centri non devono essere dei poliambulatori, cioè non si tratta di strutture in cui il cittadino trova solo la prestazione. Però non è neanche una struttura in cui si trova solo la parte sociale o assistenziale, perché si trova anche la parte medica: il paziente potrà trovare sia i medici di famiglia che gli specialisti, oltre che gli infermieri; troverà anche gli sportelli per l’erogazione di alcuni tipi di farmaci e di protesi; ci saranno ambulatori delle cure palliative e la possibilità di accesso diretto alla salute mentale per le urgenze psichiatriche” racconta la dottoressa. 

“Per esperienza posso dire che lavorare sul territorio non è più facile che lavorare in ospedale, perché non è possibile usufruire della stessa complessità di strutture. Il grande valore del territorio sono le persone e in Lombardia abbiamo dei medici che lavorano sul territorio dotati di un’eccellente competenza”. 

dottoressa Marcella Longo

Miei carissimi milanesi, ci auguriamo davvero che il progetto delle case della comunità vada in porto e noi cittadini – e soprattutto chi di noi ha conoscenze mediche – possiamo e dobbiamo vigilarne l’andamento.
Grazie per essere stati con noi anche questa sera. Vi diamo appuntamento venerdì alle 19:30, sempre in diretta su https://www.milanoallnews.it/diretta/. Potete rivedere le puntate precedenti su https://www.milanoallnews.it/category/miei-carissimi-milanesi/.
Buona serata.

Milano AllNews è e continuerà ad essere una testata giornalistica ad uso gratuito e libero, ma se vorrete accordarci la vostra fiducia, ci impegneremo sempre più profondamente nel mostrarvi e raccontarvi Milano e la Città Metropolitana nella maniera più completa possibile.
Milano AllNews è social webtv, news, articoli, podcast e longform.
Tutti formati editoriali per costruire un racconto il più completo possibile.

Basta un click e una piccola donazione per dar fiducia a questo nostro progetto condiviso.

Archivi