Cerca
1 Dicembre 2021
La WebTV di Milano. Un nuovo modo di fare giornalismo. Le notizie utili, pensate e create insieme a voi.
Mie Carissime Vie di Milano

Mie Carissime Vie di Milano

Miei Carissimi Milanesi, ben ritrovati. 

Il tema di oggi è quello delle vie, o meglio dei nomi delle vie, della nostra bella città. Parliamo di “odonomastica” (non fate quella faccia, vi spieghiamo subito di cosa si tratta). 
La nostra ospite di questa stasera è la consigliera comunale Diana De Marchi, che da tempo affronta il tema di quante pochi vie, strade, piazze siano intitolate a donne. 
In Italia in totale di luoghi intitolati a donne sono il 5%, mentre a Milano – su più di 4000 vie – solo 141.

L’odonomastica consiste nel complesso dei nomi delle strade di una città, di un quartiere, ecc.

Donne vs. toponomastica

Il 15 settembre 2021 a Milano è stata installata la prima statua dedicata ad un personaggio femminile realmente vissuto, in particolare a Cristina Trivulzio da Belgiojoso in piazza Belgioioso.
L’apripista dell’installazione di una statua raffigurante una donna è quella creata da Rachele Bianchi, in via Vittor Pisani, che pur non rappresentando una figura storicamente esistita, è un omaggio nei confronti del genere femminile. 

C’è ancora molto da fare in proposito, ma qualcosa già è stato fatto: la Commissione di toponomastica femminile dà interessanti indicazioni e suggerimenti su luoghi che possono essere intitolati a donne che, con quelle vie, strade, giardini hanno un legame, o perché ci hanno vissuto o perché ci hanno lavorato. 

Un buon esempio di questo progetto è stato quello a Milano Innovation District (ex Area Expo) dove il Cardo è stato rinominato come viale Rita-Levi Montalcini. 

«Non è solo un simbolo, ma significa anche aprire lo sguardo alle bambine e alle ragazze su modelli di donne che possono testimoniare che tutte noi, se abbiamo competenze, possiamo diventare risorse per il Paese» dice la Consigliera. 

Come si può sfruttare al meglio la voglia delle nuove generazioni – di maschi e di femmine – di essere presenti attivamente nella vita pubblica?

«Ciascuno si deve sentire libero di esprimere i propri talenti e capacità senza pensare che esistano ruoli di uomo o di donna» risponde Diana De Marchi. «Dobbiamo diventare consapevoli che quelle statue e quelle vie possono liberarci e farci sentire tutti protagonisti». 

Un’altra proposta avanzata dalla consigliera De Marchi è quella di intitolare alcune fermate della metropolitana con nomi di donne; ad esempio, intitolare la fermata di Linate alla prima pilota donna – milanese, tra l’altro – Rosina Ferrario.

Abbiamo chiesto alla consigliera De Marchi un nome di donna che vorrebbe diventasse il nome di una via e la sua risposta è stata il nome di Mariangela Melato. E voi, cari telespettatori, quali nomi proporreste? Collegatevi al nostro profilo Instagram e dateci le vostre risposte!

Miei Carissimi Milanesi, termina qui la puntata. Noi, però, torniamo venerdì, sempre in diretta dalle 19:30 su https://www.milanoallnews.it/. Buona serata.

Milano AllNews è e continuerà ad essere una testata giornalistica ad uso gratuito e libero, ma se vorrete accordarci la vostra fiducia, ci impegneremo sempre più profondamente nel mostrarvi e raccontarvi Milano e la Città Metropolitana nella maniera più completa possibile.
Milano AllNews è social webtv, news, articoli, podcast e longform.
Tutti formati editoriali per costruire un racconto il più completo possibile.

Basta un click e una piccola donazione per dar fiducia a questo nostro progetto condiviso.

Archivi