Cerca
14 Aprile 2021
La WebTV di Milano. Un nuovo modo di fare giornalismo. Le notizie utili, pensate e create insieme a voi.
Kefir e miglioramento della performance sportiva

Kefir e miglioramento della performance sportiva

il Kefir, prodotto proveniente dalle montagne del Caucaso, è un latte fermentato acido con presenza di piccole tracce di etanolo. Viene prodotto mediante l’inoculazione di starter batterici e di lieviti all’interno della materia prima, che a loro volta attuano le fermentazioni lattiche ed alcoliche, con la produzione dei metaboliti, responsabili delle caratteristiche sensoriali del prodotto.

Tale prodotto alimentare ha assunto negli ultimi anni una notevole importanza, specie dal punto di vista nutrizionale, per via degli importanti benefici che è in grado di dare alla salute dell’ospite, per via della diretta interazione del microbiota umano con gli starter presenti al suo interno, a loro volta con funzioni probiotiche, o indirettamente mediante i metaboliti rilasciati dei microrganismi del kefir stesso. Sono oramai numerosi gli studi che dimostrano l’impiego del kefir per il trattamento clinico dell’ipertensione, sulle malattie gastrointestinali, sulle allergie e sulle cardiopatie ischemiche. Inoltre questo latte fermentato presenta numerose attività biologiche, quali effetti antibatterici, antimicotici, antimutageni, antiossidanti, antidiabetici e immunostimolatori, capace quindi di modulare la risposta immunitaria dell’organismo.

Lactobacillus paracasei

Il consumo abituale di kefir nell’atleta potrebbe avere anche delle ripercussioni importanti relative al contrasto della fatica e al recupero muscolare ed energetico. Uno importante studio (Hsu et al., 2018) ha studiato gli effetti di un kefir ottenuto con una coltura starter costituita da L. fermentum DSM 32784, L. helvetivus DSM 32787, L. paracasei DSM 32785, L. rhamnosus DSM 32786 e Streptococcus thermophilus DSM 32788 e somministrato per un periodo di 28 giorni e valutando il livello di resistenza al nuoto. I risultati hanno evidenziato diversi effetti positivi dal consumo del latte fermentato. In promo luogo è stato evidenziato un incremento della massa muscolare rispetto al gruppo di controllo, oltre che della presa degli arti, valutando un incremento della forza. È stato anche mostrato un tempo di nuoto inferiore, evidenziando un incremento della resistenza all’attività aerobia ed un miglioramento della prestazione mediante un meccanismo dose-dipendente. Inoltre, a seguito dello studio, si è verificata una notevole riduzione dei valori di acido lattico a livello ematico, prodotti a seguito dello sforzo muscolare. Questo fenomeno protrebbe essere associato all’impiego dei microrganismi probiotici, quali i Lactobacillus spp., dell’acido lattico per la produzione di acidi grassi a corta catena, fra i quali n-butirrato, utilizzati come nuovi substrati energetici dall’ospite, migliorando di conseguenza le prestazioni fisiche. È stato osservato anche una riduzione dei livelli di ammoniaca ematiche, con riduzione della sintomatologie associata alla fatica centrale a livello del sistema nervoso. Anche i livelli di urea nel siero, associata all’affaticamento muscolare, e i valori di creatina chinasi, associato ai danni e alla distrofia del muscolo, risultano ridotti a seguito della somministrazione del kefir, dimostrando un importante ruolo del prodotto nella prevenzione della fatica e di eventuali lesioni muscolari. Un analisi fondamentale riguarda i livelli di glicogeno muscolare, fattore limitante per comparsa della fatica e per le prestazioni fisiche, specie se riguardano competizioni protratte nel tempo. Il consumo di kefir ha evidenziato un incremento del glicogeno muscolare ed epatico rispetto al gruppo di controllo, evidenziando maggiori fonti energetiche di riserve, con riperucussioni sulla resistenza e sulla performance. In ultimo anche la composizione del microbiota risulta variata a seguito del consumo di questo latte fermentato, con un incremento dei Bacteroidetes, maggiori produttori di acidi grassi a corta catena, a scapito dei Firmicutes.

Questi risultati hanno dimostratoche il kefir, per via del potenziale probiotico dovuto agli starter presenti,può avere dei forti benefici sull’ospite, favorendo i processi anabolici a carico del muscolo, nonché la sua forza, prevenendo il danno muscolare, riducendo la fatica centrale e migliorando le prestazioni durante gli esercizi di endurance.

Milano AllNews è e continuerà ad essere una testata giornalistica ad uso gratuito e libero, ma se vorrete accordarci la vostra fiducia, ci impegneremo sempre più profondamente nel mostrarvi e raccontarvi Milano e la Città Metropolitana nella maniera più completa possibile.
Milano AllNews è social webtv, news, articoli, podcast e longform.
Tutti formati editoriali per costruire un racconto il più completo possibile.

Basta un click e una piccola donazione per dar fiducia a questo nostro progetto condiviso.

Condividi

Archivi