Cerca
8 Maggio 2021
La WebTV di Milano. Un nuovo modo di fare giornalismo. Le notizie utili, pensate e create insieme a voi.
FESCAAAL e l’amore per la multiculturalità

FESCAAAL e l’amore per la multiculturalità

Il FESCAAAL, Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina, è l’unico in Italia e uno dei tre in Europa a dare spazio alle voci cinematografiche di questi tre continenti, molto spesso lasciati fuori dai circuiti tradizionali (e occidentali).

Nato a Milano nel 1991, il festival si offre alla città per una settimana con film, incontri con autori e autrici, eventi speciali, dibattiti, mostre.

Quest’anno, dopo aver dovuto annullare l’edizione dello scorso anno, ha finalmente festeggiato un traguardo importante: la trentesima edizione. Forse non è andata come sperato, data la sua presenza interamente online. Ma questa modalità differente ha permesso al festival di aprirsi a nuove possibilità, come ha spiegato la direttrice artistica con Alessandra Speciale del Fescaaal Annamaria Gallone, ospite della puntata di oggi di Good Morning Milano.

Il festival, online dal 22 al 29 marzo, come sempre ha permesso ai suoi spettatori e alle sue spettatrici di godere di tesori che, senza il FESCAAAL, purtroppo sarebbero rimasti in gran parte nascosti. Stavolta, però, non è stato solo il pubblico milanese ad applaudire i film del festival, ma anche quello di tutta Italia e di tutto il mondo.

L’edizione online, infatti, nonostante i suoi evidenti lati negativi, ha portato dei risvolti positivi per il festival che ha potuto aprirsi ad un pubblico molto più vasto, facendosi conoscere ancora di più lungo tutto lo stivale.

Gli inizi nel 1991 non sono stati facili. Accadeva spesso che, davanti alle iniziative del FESCAAAL, la risposta più comune era «ma esiste davvero il cinema africano?». E la risposta ostinata degli organizzatori del festival era sempre sì, esiste, ed è fondamentale conoscerlo.

Innanzitutto perché è doveroso conoscere culture di chi ci abita così vicino. Ma soprattutto, anche per le comunità presenti a Milano il FESCAAAL ha un ruolo centrale per sentirsi a casa, per rispecchiarsi nella propria cultura e non solo in quella europea. E poi, per la multiculturalità, per mettere in contatto diverse culture. «E, banalmente, è un cinema bellissimo», afferma la direttrice..

L’ostacolo riscontrato da molti spettatori, però, è una certa lentezza nei ritmi dei film. La verità è che siamo noi europei ed occidentali a correre tanto, troppo, con i nostri film. E bisogna abituarsi a questi ritmi lenti, a prendersi un momento per sé.

Oggi, purtroppo, è ancora difficile fare film in Africa e i suoi maggiori coproduttori sono europei (e ora la Francia, per questioni politiche, ha anche tagliato i finanziamenti). Ma il digitale aiuta in questo. Con strumenti più democratici è possibile realizzare un film e far sentire la propria voce. E nell’eterna lotta tra i nostalgici dell’analogico e i ferventi difensori dell’innovazione digitale, bisognerebbe tener conto anche di queste possibilità. Dei più piccoli che hanno anche strumenti più piccoli, ma grandi messaggi da comunicare

Annamaria Gallone, infine, ci consiglia i Paesi da tenere sott’occhio dal punto di vista cinematografico: la Nigeria, il Marocco (che, a differenza degli altri, realizza molti film con l’aiuto del Governo), l’Egitto (che ha alle spalle una lunga storia del cinema), il Sudafrica ( che racconta la durezza dell’apartheid).

La Giuria Concorso Lungometraggi “Finestre sul mondo” ha assegnato il Premio Comune di Milano al Miglior Lungometraggio “Finestre sul mondo” del valore di 8.000 € per la prima volta straordinariamente il risultato è stato un ex-equo. E i due film vincitori sono

  • Lina From Lima, di Marìa Paz Gonzàlez (Cile, Argentina, Perù, 2019, 83′)
  • Softie, di Sam Soko (Kenya, 2020, 96′)

Crediti immagini di copertina
Icons made by Freepik from www.flaticon.com

Milano AllNews è e continuerà ad essere una testata giornalistica ad uso gratuito e libero, ma se vorrete accordarci la vostra fiducia, ci impegneremo sempre più profondamente nel mostrarvi e raccontarvi Milano e la Città Metropolitana nella maniera più completa possibile.
Milano AllNews è social webtv, news, articoli, podcast e longform.
Tutti formati editoriali per costruire un racconto il più completo possibile.

Basta un click e una piccola donazione per dar fiducia a questo nostro progetto condiviso.

Condividi

Archivi