Cerca
27 Luglio 2021
La WebTV di Milano. Un nuovo modo di fare giornalismo. Le notizie utili, pensate e create insieme a voi.
Balene a Milano, mammiferi a noi vicini

Balene a Milano, mammiferi a noi vicini

Oggi a Good Morining Milano abbiamo come ospite Maddalena Jahoda ricercatrice e responsabile comunicazione di Tethys Research Institute e coordinatrice di Digital Whales – Balene a Milano.

Tethys Research Institute è un gruppo di ricercatori che opera nel Mar Mediterraneo da 30 anni, l’istituto si pone come obiettivo quello della ricerca e della tutela dei cetacei. Solitamente sono i ricercatori che portano il pubblico dai mammiferi acquatici, ma in occasione di Digital Whales – Balene a Milano, sono le balene che arrivano nella nostra città, più nello specifico nell’acquario civico di Milano. 
Come ci spiega Maddalena Jahoda ricercatrice di Tethys, dietro alla scelta di portare la conoscenza dei cetacei a Milano c’è un motivo ben preciso. Non si direbbe, ma questi mammiferi acquatici sono molto più vicino a noi di quanto sembra: vicini geneticamente perché sono mammiferi e non semplici pesci; vicini fisicamente perché vivono nel Mar Mediterraneo 8 specie diverse, come per esempio il capodoglio che in linea d’area dista da Milano di soli 120km.

L’evento, inaugurato il 21 settembre all’acquario Civico di Milano, è stato realizzato grazie al contributo dalla Fondazione Cariplo e se ne occupano la Cooperativa Verde Acqua e Tethys Research Institute.
Le esposizioni dureranno fino al 30 settembre del 2020 e vi saranno continui cambiamenti: ogni due mesi cambierà il cetaceo da conoscere, fino a fine novembre ci sarà il capodoglio, da dicembre invece la balenottera e così via. Ogni specie avrà dei propri approfondimenti fruibili attraverso un’app apposita e delle pillole di informazione sparse nelle vasche, a cui si accede attraverso codici QR con contenuti specifici come suoni e video legati al cetaceo del mese. Alla fine della visita vi saranno poi delle informazioni take away che il pubblico si potrà portare a casa. La mole di conoscenza è tanta, ma il contenuto è diretto e chiaro e vi si può accedere solo tramite la visita all’acquario.

Come ci spiega la nostra ospite è importante fare informazione sul tema dei cetacei nel Mar Mediterraneo perché è poco conosciuto. L’area in cui vivono, il Santuario dei cetacei, è molto grande e comprende anche il mar Ligure.
Bisogna porre l’attenzione anche sull’inquinamento a cui è soggetto il Mar Mediterraneo, uno dei mari più trafficati al mondo. Nelle nostre acque vi è l’inquinamento acustico che non permette ai mammiferi di orientarsi, l’inquinamento chimico con sostanze che si fissano nei tessuti grassi del cetaceo e l’inquinamento da plastica e micro plastica le quali vengono ingerite da balene e capodogli. Vi sono inoltre diverse reti fantasma in cui spesso i cetacei rimangono incastrati e il traffico di mezzi marini veloci che possono entrare in collisione con questi mammiferi.
Insomma ogni cetaceo nel Mar Mediterraneo è esposto a qualche rischio, ed è importantissimo continuare a tutelare queste balenottere perché differenti dal punto di vista genetico dalle balenottere atlantiche, per cui non sostituibili.

Se siete interessati a sponsorizzare il lavoro di Tethys o a conoscere meglio il Mar Mediterraneo, potete andare alla mostra presso l’acquario Civico di Milano oppure prender parte a una delle vacanze organizzate dall’istituto ed entrare a contatto con i cetacei presenti nel nostro mare.

Tethys Research Institute
Facebook www.facebook.com/baleneedelfini/
Evento Digital Whales 
www.facebook.com/baleneamilano/
Acquario Civico Milano
Viale Gadio, 2 
20121 Milano

www.whalesanddolphins.tethys.org

Milano AllNews è e continuerà ad essere una testata giornalistica ad uso gratuito e libero, ma se vorrete accordarci la vostra fiducia, ci impegneremo sempre più profondamente nel mostrarvi e raccontarvi Milano e la Città Metropolitana nella maniera più completa possibile.
Milano AllNews è social webtv, news, articoli, podcast e longform.
Tutti formati editoriali per costruire un racconto il più completo possibile.

Basta un click e una piccola donazione per dar fiducia a questo nostro progetto condiviso.

Condividi

Archivi