Cerca
15 Agosto 2020
Sesta Opera San Fedele per chi si trova in carcere

Sesta Opera San Fedele per chi si trova in carcere

Sesta Opera San Fedele per i carcerati

In questa nuova puntata di GoodMorning Milano, abbiamo come ospiti Guido Chiaretti, presidente dell’associazione Sesta Opera San Fedele, e sua moglie Teresa Michiara, anche lei impegnata nell’associazione e responsabile del gruppo che opera nel carcere di San Vittore.

Sesta Opera San Fedele è una delle associazioni più longeve d’Italia per quanto riguarda l’assistenza carceraria e trova le sue origini a Milano, nel 1923, durante il regime fascista.
Il progetto è nato dal desiderio di 4 volontari di dare una mano all’unico carcere allora presente a Milano, San Vittore, ed essere un aiuto concreto per chi si trovava in un luogo difficile e in anni difficili.

Questa realtà è sopravvissuta fino ad oggi, mantenendo i suoi ideali e ampliandosi sempre di più.
Ogni anno, solo a Milano, circa 60 nuovi volontari chiedono di entrare a fare parte di quest’associazione e partecipano ad un corso di formazione per verificare se siano idonei a svolgere attività in un ambiente così delicato.
Non esiste un volontario “standard”, ognuno porta la sua esperienza e le sue attitudini, ma tutti sono mossi da una grande umanità, dal desiderio di interagire con la persona e non con il reato che ha commesso.

In carcere si svolgono diverse attività e diversi corsi, da quelli di filosofia a quelli di informatica. L’aspetto più interessante è che i volontari insegnano come insegnare un determinato argomento, in questo modo i detenuti più bravi possono insegnarlo a loro volta ad altri detenuti, instaurando relazioni proficue e mettendo a disposizione di tutti le qualità di ognuno.
Molte attività vengono poi promosse anche fuori dal carcere, in particolare per aiutare le persone a rientrare nella quotidiana società, in un clima rispettoso, accogliente e positivo.

Condividi

Archivi