Cerca
23 Ottobre 2019
Psicologi Low Cost: la necessità del cambiamento

Psicologi Low Cost: la necessità del cambiamento

Oggi abbiamo in studio con noi la psicologa Monia Pompili che ci racconta di psicologi low cost, un progetto che ha come scopo l’aumento dell’accessibilità alla psicologia e alla psicoterapia. 

Il tutto è stato reso possibile grazie alla collaborazione tra la nostra ospite e lo psicologo Paolo Arbizzoni. Questa disciplina è composta da varie linee di pensiero, ma tutte hanno come fine il miglioramento e il benessere legato alla vita degli individui.

La sigla low cost non indica una critica o un peggioramento del servizio, ma un abbassamento del prezzo legato alle sedute in modo tale da permettere a tutti l’accesso. La riduzione della tariffazione è legata a un bisogno etico e origina dall’idea di Jacques Lacan, secondo il quale il cliente ha la possibilità di decidere il prezzo. Quest’ultimo indica allo psicologo il livello di volontà che ha il paziente o cliente nell’iniziare questo percorso. 

Il prezzo delle sedute viene concordato con il paziente, addirittura in molti casi il costo è quasi dimezzato rispetto al prezzo medio di una seduta normale. 

L’ospite ci spiega che le sedute si differenziano in base a ciascun terapeuta. La psicologa Monia Pompili ha scelto un indirizzo umanistico esistenziale, nel suo caso le sedute durano circa 50 minuti e lavorano maggiormente sulla relazione e l’affettività. Due grandi punti di riferimento sono Carl Rogers che ha elaborato il concetto di ascolto attivo e Fritz Perls che basa il processo psicologico sulla consapevolezza. Il dottor Arbizzoni, legato alla scuola di Lacan, preferisce diminuire il tempo delle sedute e sfruttare al meglio l’ insight di un paziente, fermando la seduta e permettendogli di elaborarlo.

Queste due visioni si focalizzano sul presente e sull’accompagnamento del paziente, differenziandosi dalla psicanalisi che si fonda su processi cognitivi e pone un’attenzione maggiore al passato. 

Lo studio degli psicologi low cost effettua anche terapia di coppia in co-conduzione, questa scelta permette di raggiungere un equilibrio tra maschio e femmina, così nessun membro della coppia rimane abbandonato nella sua identità sessuale.

Dall’intervista si è capito che il percorso terapeutico è un processo difficile, faticoso e a volte anche doloroso, dove l’obiettivo è il cambiamento, anzi un’evoluzione del soggetto. Spesso necessitiamo di un cambiamento in seguito ad un trauma. Nel linguaggio comune questo termine indica un evento negativo, mentre in psicologia indica tutto ciò che cambia l’ordine delle cose. Di conseguenza per far fronte a un cambiamento il soggetto deve cambiare anch’esso per riuscire ad andare avanti. Il passaggio dall’età adolescenziale a quella adulta spesso comporta un periodo di crisi che però può essere superato con l’aiuto di un esperto. Gli psicologi low cost sono riusciti grazie alla riduzione dei costi ad avvicinarsi a molti giovani. 

Grazie a realtà come queste sempre più persone possono avvicinarsi alla psicologia e alla psicoterapia, trovando in esse due validi strumenti per conoscersi e comprendere meglio la realtà che ci circonda. 

Nicolai Pietro D’Angelo


Condividi

Archivi