Decreto Salvini, protesta davanti a Palazzo Marino

Ieri sera un centinaio di persone si sono riunite davanti a Palazzo Marino per chiedere al sindaco di Milano di non applicare il decreto Salvini, che prevederebbe  l’apertura di un Centro per il rimpatrio nell’ex centro per l’accoglienza di vai Corelli.

I manifestanti sono scesi in piazza muniti fischietti, pentole e campanacci, con l’obiettivo di sollecitare la Giunta nell’attuazione della mozione approvata a fine novembre con la quale veniva chiesto al ministro dell’Interno di sospendere gli effetti dell’applicazione del Decreto Legge Sicurezza e di aprire invece un confronto diretto con la città.

Rate This Article

Redattrice. Laurea triennale in Filosofia e specialistica in Editoria Multimediale. Appassionata di arti visive e musica, ha scelto di raccontare Milano attraverso le parole.

marina.bassanello@latw.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: