Cerca
19 Settembre 2019
Polifactory – Politecnico di Milano

Polifactory – Politecnico di Milano

Oggi, per la puntata di GoodMorning Milano ci troviamo in Bovisa, all’interno del polo universitario del Politecnico di Milano per scoprire la realtà del Polifactory. 

Il Polifactory è un “Fab Lab” e un laboratorio di ricerca in cui si lavora con tecnologie che trasformano disegni digitali bidimensionali o tridimensionali in atomi e quindi artefatti fisici a tutti gli effetti. Questa realtà riesce a unire i dipartimenti di design, di elettronica, di informatica, bioingegneria e meccanica del Politecnico di Milano, creando uno spazio innovativo e creativo che permette l’unione di più competenze e abilità.

Il metodo più efficace per approcciarsi alla fabbricazione digitale prevede l’apprendimento pratico sul campo, dovendo così sperimentare su macchinari (ad esempio le stampanti 3D) sempre più accessibili sia da un punto di vista cognitivo che economico. 

Polifactory si pone l’obiettivo non solo di capire il potenziale della tecnologia, ma anche di comprendere come si possano rompere i limiti che i macchinari impongono, così da creare una vera innovazione e un nuovo approccio. 

Il fatto di avere degli strumenti specifici a disposizione dei progettisti, di essere in un ambiente universitario e di essere guidati da personale con competenze di progettazione, di design e di pensiero laterali permette agli studenti di usare la tecnologia in maniera ibrida e spingere la macchina al di là dei propri limiti. Far sì che l’intelligenza umana superi appunto i limiti dei macchinari per vedere problema da un nuovo punto di vista e trovare quindi delle nuove soluzioni innovative. 

I progetti del Polifactory toccano il mondo del design, della moda e non solo. Da un paio di anni, infatti, si occupa anche di salute per sviluppare un progetto sulla deambulazione, che permette l’applicazione della tecnologia al mondo della salute. 

Indaga il fenomeno dei pazienti-innovatori, cioè quei pazienti, medici o terapisti che sfruttano le tecnologie per sviluppare da soli o nei Fab Lab delle soluzioni per problemi specifici. L’obiettivo è quello di andare là dove la produzione industriale non arriva, per costruire un oggetto su misura per il paziente, che sia ideato al meglio per la sua persona. Tra i numerosi vantaggi, quello di avere subito a disposizione lo strumento e di testarlo fino a capire cosa funziona meglio. Creare delle soluzioni ad hoc per la persona.

Laura Cipriani, ricercatrice di Polifactory, ci parla di questo e di molto altro durante la puntata di oggi.

Condividi

Archivi