Poesia Illegale: la rassegna poetica con Le Foche Parlanti

Le Foche Parlanti: piccola realtà al femminile nata all’Ostello Bello in occasione di una serata di Poetry Slam. Alice, Acelya e Francesca, tre ragazze con una storia e un percorso poetico diverso, ma tutte con la stessa intenzione: dare a qualunque tipo di poesia la possibilità di farsi ascoltare da un pubblico. Acelya le definisce una girl poetry band: non fanno reading né pubblicazioni, una sorta di poetesse illegali poiché manca il canale ufficiale per dare spazio alla parola, per esempio Alice attraverso la forma del canto e Acelya con quella della prosa. Non importa il modo in cui viene espressa, perché un altro degli elementi fondamentali delle Foche, oltre alla parola, è la contaminazione.

Le Foche sono nomadi degli spazi milanesi da ormai tre anni, con le performance più svariate. Nuova rassegna di contaminazione sarà quella inaugurata domani sabato 9 marzo, Poesia Illegale, alle 18:00 presso la Libreria Verso in Corso di Porta Ticinese 40, dietro alle Colonne di San Lorenzo. Oltre a domani gli appuntamenti saranno i sabati 23 marzo e 6 aprile.
La loro sfida è quella di organizzare eventi ogni volta diversi tramite l’uso di qualunque forma artistica: Le Foche Parlanti si lasciano contaminare e arricchire da qualunque cosa, persino da un concerto metal o della musica lirica, dagli spazi aperti o da quelli chiusi, da qualunque tipo. Ogni persona e ogni storia è in grado di entusiasmarle e ispirarle, e contribuire alle loro performance in modo unico.

Acelya, Francesca Ferraro e Alice Bertolasi
Le Foche Parlanti
lefocheparlanti@gmail.com
Before – Poesia Illegale

GoodMorning Milano 08/03/19 – POESIA ILLEGALE

GoodMorning Milano 08/03/19 – POESIA ILLEGALEEvento di domani sera: https://www.facebook.com/events/1340717469420508/

Gepostet von Milano AllNews am Freitag, 8. März 2019
Rate This Article

Di Chuck Palahniuk, il succo d'arancia. Di Anthony Burgess, l'ultraviolenza. Di Zoran Zivkovic, il tè blu. Di Wulf Dorn, le mucche. Di Gianluca Morozzi, l'ascensore.

camilla.esposito1998@gmail.com