Cerca
8 Dicembre 2019
Pocket Press – Informazioni a portata di tasca

Pocket Press – Informazioni a portata di tasca

Ospite di questa prima puntata di MunicipioX (rivoluzione di GoodNight Milano) di Lunedì 7 ottobre è Marco Colombo, ideatore di Pocket Press, un sito di informazione che tratta notizie che vengono quasi snobbate dai principali media.

Marco Colombo è uno studente universitario iscritto alla facoltà di Amministrazione e politiche pubbliche presso l’Università Statale di Milano, che ha creato questo sito, in seguito ad un laboratorio universitario insieme al professor Della Chiesa, durante il quale ha scoperto la sua passione per la scrittura.

Pocket Press si articola su tre canali principali, il blog e due pagine social, Instagram e Facebook. Inizialmente era tutto un gioco, un’esercizio personale, qualcosa per mettersi in gioco, ma dopo le prime reazioni positive ha deciso di rendere questo suo esperimento più strutturato postando due notizie brevi sui social (rispettando il limite dei 2000 caratteri), una notizia più lunga e approfondita sul blog e un video a fine mese che riassume tutte le notizie più importanti affrontate durante il mese. 

L’intento principale di Pocket Press è quello di raggiungere e comunicare con i giovani, che ormai utilizzano i social per informarsi, pubblicando delle notizie trattate poco o nulla dalle testate giornalistiche italiane. Come ad esempio le attuali proteste giovanili per la democrazia di Hong Kong, trattate dai media italiani solo per le prime settimane per poi sparire completamente, nonostante siano successe cose importanti che potrebbero avere risultati storici per Hong Kong. 

Altre tematiche che si possono trovare su questo sito sono le notizie che interessano personalmente l’ideatore, ovvero Marco, che si prende come modello del target giovanile, e approfondisce tutto quello che riguarda mafia, antimafia e criminalità organizzata, come il caso dei roghi negli impianti di rifiuti in Lombardia, anche se è stato un argomento ampiamente trattato dai media.

La pagina, nonostante sia completamente controcorrente e fuori dai tipici canoni giornalistici, sta avendo molto successo, anche a livello di interazioni. Se all’inizio una notizia pubblicata veniva letta da non più di 5 persone, ora dopo solo 4 mesi sono magari in 100 a leggerla e a condividerla, portando la pagina a un livello sempre più crescente. 

Condividi

Archivi