Cerca
18 Giugno 2019
Milano AllNews rallenta e cambia forma. Vi presentiamo il nostro futuro.

Milano AllNews rallenta e cambia forma. Vi presentiamo il nostro futuro.

Le notizie sono diventate il rumore di fondo delle nostre giornate. Lo sono fin dal momento in cui ci svegliamo e lo sono a prescindere dal media che utilizziamo (o subiamo) per riceverle; sia che arrivino dal mondo, dalla città o dal quartiere che viviamo.

Siamo bombardati da tweet, notifiche di app, telegiornali ad ogni ora su un numero impressionante di canali televisivi. Ci bombarda la radio, tra una canzone e l’altra, lo fa Facebook con un numero mastodontico di informazioni nascoste, mischiate, falsificate tra i vari post degli amici più o meno reali anche loro.

In un mondo in cui le notizie sono quindi diventate niente di più che un rumore di fondo costante nelle nostre vite, noi di Milano AllNews abbiamo deciso di fermarci, tirare il fiato e rallentare.

Come faremo tutto questo? Lo faremo insieme, noi di Milano AllNews e voi, nostri fedeli e sempre più numerosi lettori. Lo faremo insieme perché alla domanda sempre più pressante di un’informazione indipendente e corretta, dobbiamo rispondere con soluzioni intelligenti, moderne e concrete.


Soluzione 1.

Si passa allo “Slow Journalism

Una soluzione si chiama Slow Journalism ed è un nuovo modo di fare informazione, una nuova filosofia, ma soprattutto un modo del tutto moderno di affrontare il mondo dell’informazione oggi. 
Così, Milano AllNews, dopo essere stata la prima Social Web TV di informazione locale in Italia a trasmettere in diretta contenuti giornalieri, con all’attivo più di 1.800 ore di dirette, decide di cambiare la propria linea editoriale e dare maggior spazio all’informazione approfondita e alla visione complessa della realtà.
Così, senza però cambiare nome a tutto il canale, Milano AllNews nelle prossime settimane inizierà a pubblicare un nuovo tipo di articoli, in una nuova categoria, che per l’occasione prenderà il nome di SlowNews.

Una vera e propria nuova linea editoriale che vedrà gli articoli appartenere sempre e necessariamente ad una delle nuove categorie che comporranno Milano AllNews.

Cultura

Quartieri

Città

Sport

Associazioni

Economia

Ambiente

Scienza e Tecnologia

Queste sono le otto categorie che la redazione di Milano AllNews ha individuato ma che molto probabilmente andranno ad aumentare nel corso del tempo grazie al vostro supporto e al vostro inestimabile apporto.

Gli articoli oltre ad appartenere ad  una di queste categorie saranno completamente rivisti e rimodernati in confronto ad ora e dovranno rispondere a dei criteri stilistici molto importanti per noi della redazione. Potranno avere stili diversi, ma dovranno rientrare in una di queste modalità.

Storie

Domande e Soluzioni

Spiegazioni

Interazioni

Infine tutti gli articoli dovranno trattare almeno uno dei tre temi principali su cui si fonda la nuova linea editoriale di Milano AllNews

Persone

Luoghi

Comunità

Soluzione 2.

Arrivano i “ThinkMi

Chi, se non gli stessi Milanesi, deve pensare e ragionare su Milano?
Da questa riflessione nascono i “ThinkMi”: degli incontri tra gli editor di Milano AllNews (giornalisti, producer, volontari) e i cittadini di Milano. Ogni incontro avrà un tema prestabilito e preciso, sarà comunicato con tempo e preavviso in modo da invitare più lettori possibili a partecipare e vedrà la partecipazione di alcuni ospiti che possano dire la propria sul tema di volta in volta all’ordine del giorno.

Ambiente, trasporti, costo della vita, sport minori, associazionismo, volontariato e tante altre tematiche saranno discusse in questi incontri, aperti ai nostri lettori, per poter poi raccontare, approfondire e progettare al meglio la nostra città. I risultati e i dati che di volta in volta usciranno da questi meeting verranno inseriti negli articoli che andranno a comporre la nuova linea editoriale di Milano AllNews.

I ThinkMi, saranno momenti fondamentali per consolidare un rapporto di ascolto e condivisione con i nostri lettori, con la nostra community e anche il luogo perfetto in cui  potenziali nuovi volontari possono proporsi alla nostra Associazione.


Milano AllNews e “volontari”? E i soldi? Come si pagano i giornalisti?

Milano AllNews vuole rimanere il più indipendente possibile, vuole poter scrivere e raccontare in completa libertà e senza essere limitata da vincoli o dettami. Per fare questo, per fare nel 2019 un giornalismo indipendente, ci sono solo due modi.
Il primo è avere un sacco di soldi, il secondo è non averne.
Per ovvie ragioni abbiamo scelto il secondo.

Sappiamo che per molti è inconcepibile, ma per chi come noi invece l’unica cosa ad avere a cuore è il giusto racconto della nostra città, non è poi così strana come cosa. Persone attratte dal mondo del giornalismo, che producano elaborati interessanti e utili, e che lo facciano per lo spirito di appartenenza a questa grande Milano.

Una redazione liquida fatta di volontari e appassionati che mettano la propria professionalità al servizio di un bene collettivo che aiuti a conoscere, comprendere e interpretare al meglio la nostra città. 

Stagista curriculare o Volontario?

Se non hai ben capito la differenza tra l’essere un volontario o il fare il proprio stage curriculare a Milano AllNew, abbiamo pensato per te una sezione FAQ con le domande più ricorrenti.

In conclusione, per iniziare questa nuova avventura di Milano AllNews e per farvi capire come cambiamo, ma come continueremo invece a raccontare la nostra città; non ci resta che invitarvi al primo ThinkMI in programma per Venerdì 31 Maggio.

Condividi
Join the discussion

Archivi