Ma il cielo è sempre piu’ blu

Un cielo blu è sinonimo di speranza, di gioia, di allegria. Ed è anche il mio arrivederci a settembre. E’ stato un anno intenso, pieno di problematiche, di storie vissute, di drammi non risolti. Ora è giusto e saggio fare una pausa di riflessione. E’ tempo di vacanze, diranno in molti.

Ma purtroppo per molti, a Milano, le vacanze sono rappresentate da come sbarcare il lunario, da come pagare la bolletta, da come comprare le medicine. Io sarò ancora qui a parlare delle persone che soffrono e che hanno diritto ad avere una qualità della vita più giusta. Un lembo di cielo azzurro non risolve i problemi, ma aiuta l’umore.

Non mi scorderò della politica milanese; una politica sempre più pasticciona chiusa nel palazzo di vetro e che io spesso invito ad uscire nelle strade, così da poter vedere il loro cielo azzurro.
L’estate è anche il periodo dell’amore. Questa città ha bisogno d’amore, di innamorarsi, di volersi bene. E’ così bello vedere due giovani che si baciano, due anziani che camminano tenendosi per mano, due amici che sorridono mangiandosi un gelato, dei bambini sull’altalena.
Oddio sto cadendo nel patetico, nel volemose bene. No, nulla di tutto questo.

Sarò comunque il vostro bastardo che vi racconterà quello che vogliono tenere nascosto. Via quella lacrimuccia. Tornerò presto. Ovviamente se quel cerbero del direttore me lo permetterà.
Ma in fondo il cielo è sempre più blu.

Rate This Article
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: