La ZTL di San Siro divide la zona e la politica cittadina

La proposta dell’istituzione di una ZTL a San Siro, con controllo elettronico fatto da varchi con telecamera, sta dividendo le istituzioni milanesi. 

Da una parte il Comune che con la maggioranza di Centrosinistra in consiglio comunale ha proposto l’istituzione di questa area video sorvegliata e interdetta al traffico non residente durante le partite in programma allo stadio Meazza.

Dall’altra parte il Municipio 7, guidato dal Presidente di centrodestra Marco Bestetti, e buona parte della cittadinanza della zona che rivendicano di non essere stati ascoltati ne presi in considerazione per questo tipo di decisione. Inoltre denunciano grandi e gravi ripercussioni sul traffico e sulla congestione nelle zone confinanti la ZTL.

La situazione del traffico, ma sopratutto dei posteggi selvaggi durante le partite a San Siro, è un tema che da anni divide le municipalità e il comune centrale; soprattutto visti i numerosi posti auto disponibili in alcuni parcheggi non tanto distanti dallo stadio ma da decenni inutilizzati.

La ZTL San Siro, con i varchi, proposta dal Comune
Rate This Article

info@latw.it