Cerca
20 Novembre 2019
Idee in fuga, un percorso di partecipazione comunitaria in carcere

Idee in fuga, un percorso di partecipazione comunitaria in carcere

Oggi insieme a noi a Good Morning Milano ci sono Stefano Stortone e Giorgio Pittella di BiPart impresa sociale che si occupa di bilancio partecipativo, i quali ci parleranno di Idee in fuga progetto lanciato nel carcere di Bollate di Milano.

Il bilancio partecipativo è un processo deliberativo in cui i cittadini prendono decisioni formulando proposte, scegliendo e votando la migliore, in una forma appunto partecipata, costruendo progetti da mettere in pratica nella propria città. L’impresa sociale BiPart vuole estendere questo processo al di fuori dei Comuni, utilizzandolo come forma di Governance in contesti non strettamente legati alle Amministrazioni, coinvolgendo comunità di studenti, lavoratori o carcerati, come nel caso di Idee in fuga.

Idee in fuga è un progetto nato tre anni fa all’interno del carcere di Bollate, dall’idea di un giovane stagista, Giorgio Pittella, il quale si è posto la sfida di far intraprendere ai carcerati presenti nella struttura percorsi di partecipazione per costruire progetti da attivare all’interno del carcere. BiPart per attivare tale collaborazione ha dovuto adeguarsi alla struttura, organizzando più assemblee per reparto e per sezione. Per i detenuti è stata un’esperienza unica e durante le sedute si sono create vere e proprie relazioni sociali, raggiungendo il fine ultimo del bilancio partecipativo: fare rete, creare un progetto che sia comunitario. Le idee sono state poi raccolte in due assemblee inter reparto, una per ogni sezione (maschile e femminile), perché i reparti non possono comunicare tra loro. 

I 58 progetti scaturiti dalle due sezioni del carcere, vanno dalla ristrutturazione di spazi comuni al reinserimento sociale e sono consultabili sul sito di Idee in fuga. Dopo una prima fase di preselezione, a cui ha partecipato più del 50% dei detenuti, ne sono stati selezionati 5 per ogni sezione. Ogni singola proposta verrà poi valutata da stakeholders, che si prenderanno in carico il progetto, e dall’Amministrazione, che conoscendo i limiti della propria struttura, orienterà la decisione verso il progetto più realizzabile. 

Solitamente in un bilancio partecipativo è l’Amministrazione che mette e disposizione dei cittadini un budget, ma per Idee in fuga il budget è stato ripensato in modo tale da coinvolgere la società esterna.
BiPart vuole creare un ponte tra i due mondi raccontando che all’interno del carcere di Bollate si possono mettere in pratica modalità di democrazia più aperta e comunitaria in cui le persone mostrano una volontà sincera di riscatto. La comunità esterna verrà coinvolta attraverso le mostre itineranti di illustrazioni organizzate in collaborazione con 50 artisti. Le installazioni sono attualmente presenti in vari luoghi di Milano, tra cui il Frida e il Borgo sostenibile di Figino. I cittadini facendo una donazione potranno contribuire al progetto e in cambio riceveranno una delle illustrazioni, disponibili su più formati, o il catalogo della mostra. 
Le illustrazioni oltre a creare il budget necessario per la realizzazione del progetto, stanno aiutando anche a comunicare Idee in fuga all’esterno del carcere. 

BiPart
BASE Milano
Via Bergognone, 34
20144 Milano
Facebook www.facebook.com/bipart.democracy
www.bipart.org
Idee in fuga
Facebook www.facebook.com/ideeinfuga
www.ideeinfuga.org

Condividi

Archivi