Cerca
23 Febbraio 2020
Gaza Freestyle, il progetto di Mattia Paladini

Gaza Freestyle, il progetto di Mattia Paladini

mattia paladini gaza

In questa nuova puntata di Lo Sport in Rete, abbiamo come ospite Mattia Paladini di Gaza Freestyle, un progetto di aiuti umanitari nella Striscia di Gaza che vede nello sport un nuovo inizio.

Nel 2014, un gruppo di ragazzi, tra i quali Mattia Paladini, attivisti in ambito umanitario, decide di unirsi per far fronte alle tragedie che ogni giorno devastano i territori della Striscia di Gaza. Partendo dalle loro storie e passioni personali scelgono di puntare tutto sul divertimento e sullo sport.
La situazione sociale e politica nella Striscia di Gaza è critica: la città viene definita come una prigione a cielo aperto, per motivi di sicurezza. La popolazione, specialmente i bambini e i giovani, ne soffre molto e non sempre trova buone valvole di sfogo.  
Nasce così la carovana Gaza Freestyle.

Durante la prima di molte carovane, veri e propri viaggi dall’Italia ai territori palestinesi, questi ragazzi offrono lo skateboard come attività di incontro. Riescono a portare in quelle aree numerose tavole e pezzi di ricambio e costruiscono addirittura uno skatepark, nonostante siano costretti a scontrarsi con molte difficoltà di natura burocratica e politica. I giovani palestinesi accolgono con grande entusiasmo e calore questa iniziativa e ben presto questi spazi diventano luogo di ritrovo e condivisione.

Successivamente, gli attivisti di Gaza Freestyle ampliano la loro proposta sportiva e creano gruppi di Hip Hop e un circo. L’ultimo progetto, portato avanti in prima persona da Mattia Paladini, comprende il calcio. Questo sport ha creato e crea tuttora sorprendenti aggregazioni e dialoghi tra i giovani (e non solo) di Gaza. Lontano da agonismi inutili, ha permesso una ricca condivisione di storie diverse. Il calcio, ci spiega Mattia, può davvero essere un importante strumento di emancipazione, di lotta ai radicalismi e di libertà, in un luogo così segnato da violenza e solitudine.

Condividi

Archivi