Cerca
16 Luglio 2019
Francesco Agostinis: le persone vengono prima dei soldi

Francesco Agostinis: le persone vengono prima dei soldi

#MilanoConnessa: Persone Oltre Lo Schermo

Sempre più persone lavorano nel mondo del digital.
Ma che cosa vuol dire, esattamente, lavorare nel digital?
Scopriamolo insieme a Francesco Agostinis, esperto di Facebook Advertising e strategia di sviluppo web.

Ciao Francesco, grazie per aver accettato di raccontarti ai lettori di Milano AllNews.
Cominciamo con una domanda che ti sarà stata posta milioni di volte, temuta da chi svolge lavori particolari.

E tu, di che cosa ti occupi?
Ciao, mi occupo principalmente di Facebook Advertising e di strategia di sviluppo su web, per clienti di tutto il mondo assieme a Viraloctopus.com e Loop srl, le due società con cui collaboro più attivamente.

In altre parole, aiuto le aziende a creare una presenza su Facebook efficace ed a sfruttare al meglio tutte le possibilità che la piattaforma business offre, strutturando campagne pubblicitarie adatte all’obiettivo che si vuole raggiungere.

Inoltre, collaboro con Marketers in qualità di docente per la Facebook Advanced Masterclass e a breve collaborerò alla realizzazione di alcune lezioni per il corso Facebook Advanced, il corso sul Facebook advertising più venduto in Italia.

Che cosa significa per te lavorare online?
Significa libertà, di spazio e tempo.
Significa sfida, perché le cose cambiano velocemente, e significa possibilità di miglioramento continuo, a livello personale ed economico.

Girano parecchi soldi online, soprattutto nel mondo e-commerce; farli fruttare è veramente stimolante.

Com’è nata in te l’idea di scegliere un lavoro in buona parte digitale?
È stato abbastanza naturale.
Ho sempre amato il marketing, fin dai tempi dell’Università, quindi ho cercato di trovare un modo per applicarlo dove effettivamente può portare risultati tangibili.
Poi ho scoperto Facebook e l’advertising, e mi sono specializzato in questo.

Che cosa significa per te fare rete?
Significa migliorarmi, incontrare nuove persone e nuovi stimoli.
La ritengo una parte fondamentale della mia vita e del mio lavoro. Senza rete, si perdono opportunità.

Hai trovato collaborazioni interessanti grazie alla rete?
Si certo. Un esempio è Viral Octopus.
Ho conosciuto il suo founder Pietro Bonomo online mentre trollavo (prendevo in giro) gli utenti che sostenevano delle fesserie su alcuni gruppi Facebook.

Una cosa simile è successa anche con Valerio Celletti, uno dei migliori Adwords specialist in Italia, e mio socio in Loop.
Valerio mi ha scritto una sera dicendo: “ehi, mi fai troppo ridere ma ne sai tantissimo, ti va una birra?”.
Da buon veneto non potevo che accettare questo invito e da lì sono nate un’amicizia e un’azienda.

Da dove arrivi e perché hai scelto proprio Milano?
Arrivo da Treviso, dove ancora passo qualche giorno al mese per motivi di lavoro.
Milano l’ho scelta per amore (la mia ragazza Asia vive qui) e per le mille opportunità di networking che offre.

Secondo te, che cosa manca a Milano per essere veramente una città moderna?
Manca il concetto di collaborazione tra le persone. Sembra che tutto sia solo finalizzato al profitto.
Con Marketers Local Milano (uno dei progetti che seguo) cerchiamo di fare sempre più rete e più eventi per rovesciare questo paradigma.

Le persone vengono prima dei soldi, anche nella città più avanzata l’Italia.

Come connettersi con Francesco Agostinis:

Progetto Viraloctopus.com
Progetto Facebook Advanced Masterclass
Profilo Linkedin

Condividi
Join the discussion

Archivi