DUNKIRK

Christopher Nolan (Memento, Inception, Interstellar) scrive e dirige un film dalla trama esilissima: la storia vera di come l’esercito alleato abbandonò la Francia invasa dai tedeschi nel 1940. Ammassati lungo la spiaggia di Dunquerque (Dunkirk è il nome inglese) centinaia di migliaia di soldati vissero l’incubo dell’evacuazione dalla costa francese. Nolan ha il pregio di raccontare la storia seguendo tre punti di vista diversi come luogo e come temporalità (terra, una settimana; mare, un giorno; aria, un’ora) che si incastrano a vicenda in maniera non lineare eppure perfetta, anche se va detto questa operazione crea uno o due momenti di noiose lungaggini. Girato nei veri luoghi in IMAX 65 millimetri e in pellicola 65 millimetri per aumentare l’aspetto realistico della storia, il film ha un forte impatto sullo spettatore che viene letteralmente “bombardato” da suoni e immagini rafforzate dalla carenza di dialoghi e da una colonna sonora notevole (di Hans Zimmer). Un grande film di guerra pura con un buon cast corale capitanato da un ispirato Kenneth Branagh. Se proprio si vuole trovare un difetto è il voler creare un momento di commozione (specialmente nel finale) attraverso un insistito senso di patriottismo. Un film terribile (per quel che mostra) e volutamente distaccato. Da non perdere.

 

IN PROGRAMMAZIONE nei cinema ANTEO, COLOSSEO, ELISEO, GLORIA, ORFEO, UCI CINEMAS BICOCCA di MILANO

Rate This Article

Vicepresidente dell’Associazione Culturale LaTW. Cura la sua personale rubrica di Cinema: “Visti dal Conte”. Nato nel 1965, si interessa da sempre al cinema, al mondo dello spettacolo e alla scrittura. Nel 1993 partecipa ad un corso di sceneggiatura condotto da Lara Fremder e Paolo Rosa. Negli anni successivi scrive recensioni cinematografiche per la pagina televideo di Telelombardia, azienda per la quale lavora dal 1986. Dal 2009 inizia a studiare recitazione teatrale presso l’Associazione Culturale Dedalus. Nel 2011 partecipa al “Premio Solinas – Storie per il cinema”. Nel 2011 e nel 2014 partecipa al Concorso letterario indetto dalla Biblioteca Comunale di San Donato Milanese classificandosi entrambe le volte al secondo posto. Nel 2015 ha diretto il suo primo cortometraggio.

adriano.cavicchia@latw.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: