Figlio di due papà: il Comune non lo riconosce

Sono passati ormai quattro anni da quando i due papà hanno visto nascere loro figlio tramite gestazione per altri negli Stati Uniti, ma da quando sono tornati in Italia gli è sempre stata negata la registrazione come entrambi padri del bambino. I due sono perciò obbligati dal Comune ad appellarsi al Tribunale di Milano, e vincono la causa.

Nonostante registri tranquillamente i figli di due mamme, il Comune di Milano decide di negare lo stesso trattamento ai papà privi dell’ordine del Tribunale. Il precedente è stato creato, infatti questa è la quinta volta che due padri si vedono negato il diritto di essere riconosciuti. È ora che anche i papà possano registrarsi all’anagrafe milanese senza aspettare l’obbligo dal Tribunale, che invece lamenta il rallentamento burocratico dato da delle cause che sono diventate superflue.

Rate This Article

Di Chuck Palahniuk, il succo d'arancia. Di Anthony Burgess, l'ultraviolenza. Di Zoran Zivkovic, il tè blu. Di Wulf Dorn, le mucche. Di Gianluca Morozzi, l'ascensore.

camilla.esposito1998@gmail.com