Cerca
15 Agosto 2020
Carlo Cecaro: l’agente di Cartellomania

Carlo Cecaro: l’agente di Cartellomania

L’Umano #ZeroTredici è Carlo Cecaro, archeologo industriale e artista di visual poetry anche definito l’Andy Warhol dei Navigli di Milano.

Carlo gestisce l’agenzia di compravendita Cartellomania (o Agenzia dell’Utopia) situata nella città di Sant’Altrove. Ma dov’è Sant’Altrove? Questa città utopica si trova dove finiscono tutti i problemi che le istituzioni non sanno (o non vogliono) risolvere.

Ma quelli che abitano a Sant’Altrove cosa pensano di tutto quello che mandiamo… a quel paese? 

Si è chiesto Carlo.

Ma Cartellomania non vende risposte. Solo insegne con cui possiamo scegliere di seguire la nostra strada verso la libertà. L’unica cosa che ci è data sapere è che Sant’Altrove non è poi così lontana come potremmo pensare.

Un cartello VENDESI VOTO ELETTORALE affisso nel centro di un tricolore. Così nel 2007 comincia la storia di un umano molto particolare che ha deciso di lasciare un promettente posto fisso da dipendente nel settore finanziario per rincorrere gli interrogativi della vita. Così comincia l’avventura che avrebbe portato Carlo ad affiggere centinaia di cartelli lungo le vie di Milano. Tanti dei quali, sul Ponte degli Artisti.

Lì ogni giorno Carlo si rapportava coi passanti, e chiedeva loro di partecipare alla sua installazione.

Qual è la tua domanda?
Questa la provocazione che Carlo poneva a tutti, affidando loro un cartello DOMANDASI immacolato, pronto per essere completato. Se potessi chiedere qualcosa al mondo, cosa chiederesti? Quale cartello ti rappresenterebbe? Carlo ne ha creati tanti nel corso di questi anni: truffasi, amasi, raccontasi, sognasi, velinasi… Più di 600.

Oggi il Ponte degli Artisti è chiuso per lavori di ristrutturazione.

Quel Ponte intriso di storia, che per decenni ha permesso ai lavoratori milanesi di andare a lavorare nelle fabbriche unendo i quartieri di Porta Genova e Tortona è diventato negli anni un’associazione culturale e un punto di ritrovo imprescindibile per gli artisti milanesi e non, calpestato da migliaia di persone soprattutto durante il Fuorisalone del Design, momento in cui è impossibile attraversarlo a causa del viavai. Insieme a Carlo tutta Milano ne aspetta la riapertura. Da ormai 4 anni.

Questa del Ponte degli Artisti è solo una delle cause sociali che Carlo Cecaro ha a cuore e per le quali porta il proprio contributo di sensibilizzazione con i mezzi dell’arte.

L’Umano di oggi ci invita a vivere la libertà attraverso le domande che non abbiamo il coraggio di porci. E tu, Che Razza di Umano sei!?

Carlo Cecaro – Artupia

Condividi
Avatar
Scritto da
Camilla Esposito

Archivi