Cerca
26 Agosto 2019
Servizio Cani Guida Lions

Servizio Cani Guida Lions

Per la puntata di GoodMorning Milano di oggi ci troviamo un po’ fuori dai confini di Milano. Siamo andati infatti a Limbiate, la sede del Servizio Cani Guida Lions. Il presidente Giovanni Fossati e il direttore Mauro Veronesi ci presentano questa realtà. 

Il Servizio Cani Guida Lions si occupa di far nascere e successivamente addestrare i cani che poi saranno regalati a persone non vedenti. Il cane guida potrà vivere in simbiosi con il cieco accompagnandolo nella vita quotidiana; in casa, per strada, sui mezzi pubblici, in ospedale e persino sull’aereo. 

La struttura è stata progettata in funzione dell’addestramento rispettando ovviamente il benessere del cane. Non tutti i cuccioli che nascono nel Centro diventeranno cani guida; come per gli umani c’è chi è più portato e chi è meno portato a svolgere alcuni lavori. Alla nascita, vengono valutati anche gli aspetti fisici e caratteriali di ogni cucciolo; non si può pensare di forzare il cane a svolgere un compito per cui non è portato. Il cane guida mentre lavora scodinzola ed è sempre allegro; lo fa con orgoglio e piacere. È importante far notare che l’addestramento non è coercitivo.

Una volta nati, i cuccioli vengono “adottati” da una famiglia di volontari, che si occuperanno di accoglierli nella propria casa fino al momento in cui saranno pronti a tornare a Limbiate per essere addestrati. Queste persone vengono definite “puppy walker” e ricevono tutto il sostegno (anche quello economico) del centro. Questa fase di adozione è molto importante perchè permette una prima socializzazione del cucciolo con gli esseri umani, che in questo caso hanno il “dovere” di insegnargli le prime regole basilari. Al non vedente deve essere donata una soluzione, non un problema. L’adozione deve seguire dei protocolli per preparare il cane a un’educazione e a un ambiente particolare.

Il parco è completamente attrezzato per ogni fase della vita del cucciolo; dalla nursery, al centro di addestramento, alle cucce private, dove le future guide possono riposare dopo l’addestramento e vivere in completo benessere e igiene.

I vari percorsi a ostacoli riproducono i problemi e i pericoli che la persona non vedente incontrerà nella sua vita di tutti i giorni. Il cucciolo viene quindi preparato ad affrontare le situazioni più disparate: ponti, semafori, buche, pozzanghere, scale, mezzi pubblici e molto altro, riuscendo così a migliorare la vita di chi ha bisogno di questo servizi.

In 60 anni di attività sono stati regalati più di duemila cani ad altrettanti non vedenti. 
Per saperne di più potete contattare il Servizio Cani Guida Lions sul loro sito web .

Condividi

Archivi