Beccaria, allarme di don Rigoldi: “Si rischia il peggio”

Don Gino Rigoldi, da quarant’anni cappellano al carcere minorile Beccaria, lancia l’allarme per la situazione all’interno del penitenziario, dopo il recente episodio che ha visto diversi ragazzi rimanere intossicati in seguito a un incendio doloso. Don Rigoldi denuncia una situazione caotica, tra lavori, spazi ridotti e il costante rischio di rivolte che si teme possano portare al peggio. La situazione è confermata dal sindacato della polizia penitenziaria, che richiede un intervento sulla struttura e la nomina di un nuovo direttore.

Rate This Article

Classe 1991, lavora in ambito comunicazione e digital. Dottore magistrale con lode in Scienze Filosofiche all'Università degli Studi di Milano, ha frequentato il Master in Marketing, Comunicazione e Digital Strategy del Sole 24 Ore e il Master in Comunicazione d'impresa di UPA - Utenti Pubblicità Associati. Per Milano AllNews è caporedattore e anchorman.

andrea.sidoti@latw.it