A Milano sempre più poveri

Uno dei temi forti del governo giallo verde è quello del reddito di cittadinanza, voluto soprattutto dai grillini e inserito nella manovra finanziaria. Molto annunciato, ma ad oggi ancora un oggetto misterioso per le dinamiche e la tempistica della sua realizzazione. Nel frattempo funziona benissimo il reddito di inclusione voluto e realizzato dal governo di centro sinistra fin dal 2017.

A Milano i richiedenti sono stati più di ventimila e le domande accolte circa cinquemila. I due dati importanti che emergono sono quelli della nazionalità e dell’ età: il sessanta per cento di italiani e la quasi totalità di over 50, di cui moltissimi pensionati . E’ interessante notare anche la dislocazione  dei vari quartieri: Baggio, San Siro davanti a tutti, poi Lorenteggio  e Barona . Per gli stranieri invece è la zona di via Padova quella più in emergenza. Anche le varie associazioni che forniscono i pasti come i Francescani ed il Pane Quotidiano parlano di un sempre maggiore aumento della richiesta di aiuto, in maggior parte questi nuovi poveri sono anziani milanesi . La pensione ormai non basta più.

Questi numeri ci fanno capire che le periferie della nostra città vivono una condizione di sofferenza sempre più evidente. Una qualità della vita che peggiora quotidianamente. Siamo di fronte ad una questione sociale  che impone un’attenzione ed un intervento sempre maggiore.

Rate This Article

Nato a Milano il 20/6/1951. Sposato, un figlio, un nipote e una gatta... Esperto di gestione delle risorse umane e di comunicazione istituzionale, scrittore di noir, ė stato assessore del Comune di Milano e Presidente del Consiglio Provinciale.

caputo.rob@gmail.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: