Cerca
4 Aprile 2020
#197 Il gusto di Virdis

#197 Il gusto di Virdis

Il Gusto di Virdis

Via Piero della Francesca, 38   Tel. 02/33.607.093  (ch. dom e lun)  =  Pet friendly  =  (Necessaria la prenotazione)

Antipasti, taglieri e focacce 7 – 15 euro / Primi piatti 12 – 20 euro / Secondi 12 – 16 euro / Dessert 5 – 8 euro

Un localino piccolo piccolo per un grande personaggio: Pietro Paolo Virdis (goleador negli anni 70/80 di Cagliari, Juve, Udinese, Milan e Lecce) ha aperto nel 2003 questa bottega di specialità alimentari con cucina ed enoteca insieme alla moglie Claudia: sardo lui, di Sindia (Nu), piemontese con origini istriane lei: lui accoglie i clienti e li consiglia sugli ottimi vini in degustazione, lei in cucina ma talvolta anche tra i tavoli a chiacchierare amabilmente.

Il locale è semplice e accogliente, un lungo bancone all’ingresso e un paio di tavoli nel retro circondati da una bella selezione di vini, per lo più sardi. Decidiamo subito di degustare una bottiglia di Tenores Dettori 2015, rosso ottenuto da uve Cannonau da viti di 60 anni d’età a coltivazione biodinamica: potente ma elegante nello stesso tempo, speziato e persistente, un vino che ci ha incantati e ci ha fatto sentire il caldo sole della Sardegna.

Ottimo inizio, insieme alla focaccia del bomber (pane Guttiau con crescenza) e ad un tagliere di salumi sardi a base di prosciutto di capra e di pecora, salsiccia e lardo al mirto e non solo. proseguiamo con degli ottimi spaghetti al sugo di pomodorini e ricotta affumicata Mustìa di puro latte di pecora, ma anche spaghetti con bottarga di muggine di Cabras a lamelle ed un ottimo spezzatino di manzo brasato con polenta. In chiusura, mentre l’atmosfera creatasi ci ha dato modo di diventare quasi amici dei nostri vicini di tavolo, cediamo anche sui dolci: tortino di cioccolato con cuore caldo fondente e salsa al frutto della passione e crema calda di Moscato d’Asti con biscottini.

Ci tornerei? Un menù non molto ampio ma curato, degno della visita di giornalisti sportivi più o meno famosi, ma anche di chiunque desideri trascorrere un po’ di tempo in buona compagnia bevendo e mangiando bene, sentendosi come a casa propria. Tornerei molto volentieri…

Curiosando nei dintorni:

Arena Civica “Gianni Brera”  –  Largo Byron 2  – Tel. 02/88.44.83.60

Nell’edificio ai margini del Parco Sempione inaugurato nel 1807 nientemeno che da Napoleone e progettato da Luigi Canonica sul modello del Circo Massimo, nel corso degli anni si sono tenute naumachie, si è esibito il circo di Buffalo Bill, si è giocato a calcio e a rugby e si sono stabiliti 12 record del mondo di atletica. Ancora oggi l’Arena, che può accogliere fino a 10.000 spettatori, ospita eventi sportivi, spettacoli e concerti e rimane il punto di riferimento per l’atletica in città. Non solo, grazie al Fai, il Fondo per l’Ambiente Italiano, cui è stata recentemente affidata la gestione, tornerà ad aprirsi alla città la Palazzina Appiani, l’ottocentesco edificio d’ingresso all’anfiteatro, con i suoi splendidi saloni tra cui la Sala del Pulvinare, affacciata sul parco, decorata con il fregio a monocromo di Andrea Appiani.

Condividi

Archivi