Cerca
16 Settembre 2019
#165 A Tavola con Vania…in vacanza: Ristorante La Porta

#165 A Tavola con Vania…in vacanza: Ristorante La Porta

Ristorante La Porta

Via del Piano, 1  –  Monticchiello (Si)  Tel. 0578/75.51.63  (chiuso giov)  =  Pet friendly  =

Antipasti 8 – 18 euro / Primi piatti 9 – 20 euro / secondi 16 – 26 euro / Contorni 5 euro / Piatto vegetariano 14 euro / Coperto 3,50 euro

Questo ristorantino si trova vicino alla porta di ingresso di Monticchiello, piccola frazione di Pienza dalle viuzze caratteristiche e dalla splendida posizione. Qui la prenotazione è obbligatoria, in quanto il locale consiste in un’unica saletta rustica soppalcata con l’aggiunta di un delizioso terrazzino con veduta sulla Val d’Orcia e, ovviamente, è sempre affollato.

I tavoli sono molto ravvicinati ed il servizio è un po’ impreciso, con qualche dimenticanza alla quale si recupera subito con gentilezza ed un sorriso. Nonostante non ce lo si aspetti, il livello della cucina è alto e sorprende con piatti molto curati e raffinati anche nella presentazione.

Le porzioni non sono abbondanti ma soddisfano ampiamente per la qualità delle materie prime. “Quattro passi a Pienza” presenta il pecorino locale in quattro consistenze diverse, mentre il millefoglie di baccalà mantecato con polenta su vellutata di porri risulta delicato e squisito. Ottimi i pici all’Aglione e il “pollo” (petto, coscia e ali) accompagnato da deliziose verdure alla griglia. Enoteca ben fornita, con eccellenze toscane….Peccato però non mostrare la bottiglia quando il vino viene servito al calice!

Il conto è un po’ superiore alla media, ma una sosta qui merita sicuramente.

Ci tornerei? Certo, soprattutto se avessi di nuovo la possibilità di pranzare sul terrazzino con vista impagabile!

Cosa vedere nei dintorni:

Monticchiello è definito “il gioiello” (peraltro poco conosciuto) della Val d’Orcia. Passeggiando per il suo centro storico si incontra la Chiesa dei Santi Leonardo e Cristoforo del XII secolo, al cui interno è ospitato un capolavoro dell’arte italiana, la “Madonna col Bambino” di Pietro Lorenzetti.

Condividi

Archivi