#133 Antica Focacceria S. Francesco

Antica Focacceria S.Francesco

City Life   Tel. 02/481.34.18  (ch. mai)  Pet friendly   =Anche da asporto=

Cibo da strada (arancine, cazzilli, panelle, sfincioni, etc.) 4 euro / Focacce 5 – 6 euro / Filoncini 7 euro / Pizzotti 5,5 – 6 euro / Insalatone 9,5 euro / Antipasti 8 – 10 euro / Primi piatti 11 – 15 euro / Secondi 12 – 16 euro / Ricette dell’orto 5 – 6 euro / Dolci 5 euro / Menù tradizionale 25 euro / Menù viaggio in Sicilia 30 euro

Tra gli ultimi nati del marchio (ce ne sono 4 a Milano, 2 a Palermo, 1 a Roma e 1 a Bergamo), l’Antica Focacceria a City Life si trova all’interno dello Shopping District, nel settore dedicato al food. Il primo locale è nato a Palermo e si vanta di proporre cucina popolare siciliana fin dal 1834. Rispetto a Palermo, qui a Milano i prezzi sono un pochino più alti, ma i piatti sulla carta sono i medesimi.

Rompiamo il ghiaccio con un’insalata di polpo tiepida con sedano, capperi di salina e carote, quindi ci dedichiamo ai primi: rigatoni alla Norma con pomodoro, melanzane e ricotta salata e pasta all’Anciova, una ricetta tradizionale interpretata con le busiate mantecate in salsa di acciughe di Sciacca, guarnite con uvetta passa e pinoli tostati (peraltro non pervenuti), spolverate con mollica di pane casereccio croccante. Le porzioni sono senz’altro di tutto rispetto e appetitose, peccato che il pesce sia tutto surgelato. Sfiziosi i dolci, dai classici cannoli, alle cassatine, alle granite, fino al famoso capolavoro della pasticceria palermitana, ossia la torta “setteveli”: sette strati composti da croccante al cioccolato, bavarese alla nocciola, bavarese al cioccolato fondente e pan di Spagna al cacao, il tutto ricoperto da una golosa glassa al cioccolato di buona qualità.

Il locale è carino, con i tavoli molto vicini e molto affollato nelle ore di punta, del resto creato apposta per una clientela “mordi e fuggi”. Ho sentito parecchie lamentele riguardo al servizio, ma probabilmente io sarò stata particolarmente fortunata in quanto il cameriere si è mostrato estremamente gentile, rapido e intraprendente dall’inizio alla fine.

Ci tornerei? Volentieri, se mi trovassi di nuovo nei paraggi…

Curiosando nei dintorni:

Palazzo delle Scintille

Sulla piazza IV Febbraio, ripulita e ristrutturata nei suoi dettagli art nouveau, è riemersa dalle recinzioni la facciata dell’antico Pad. 3, l’ex palazzetto anni 20 dell’architetto sportivo Vietti Violi, una delle uniche tracce del passato rimaste sull’area della Fiera Campionaria, oltre alla fontana liberty in piazza Giulio Cesare e le palazzine degli orafi verso Largo Domodossola.

L’area era rimasta a lungo dismessa e poi utilizzata solo per eventi privati come le sfilate di Zegna e la cena di Natale dell’Humanitas. Prossimamente toccherà al recupero conservativo degli interni, affascinanti spazi da 15mila metri quadrati con due piani di ballatoi a circondare l’area centrale del disegno ellittico, circondata da colonne sotto alla copertura realizzata in ferro e ricostruita dopo la Seconda Guerra.

Rate This Article
Author

vania@latw.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: